Riflessioni della Chiesa sul lavoro in Italia

«Il lavoro che vogliamo.

Libero, creativo, partecipativo, solidale»
 
 
“Nel lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale, l’essere umano esprime e accresce la dignità della propria vita”. (Francesco, Evangelii Gaudium, 192)

La Settimana Sociale di Cagliari (26-29 ottobre 2017) ci stimola ad abbandonare gli idoli del nostro tempo che sono il consumo e la massimizzazione del profitto.
“Se svendiamo il lavoro al consumo, con il lavoro presto svenderemo anche tutte queste sue parole sorelle: dignità, rispetto, onore, libertà. Non dobbiamo permetterlo, e dobbiamo continuare a chiedere il lavoro, a generarlo, a stimarlo, ad amarlo. Anche a pregarlo: molte delle preghiere più belle dei nostri genitori e nonni erano preghiere del lavoro, imparate e recitate prima, dopo e durante il lavoro” (Francesco, Discorso all’Ilva di Genova, 27 maggio 2017). 
Il lavoro e la custodia del creato costituiscono delle frontiere avanzate della nuova evangelizzazione e aprono il dialogo con le diverse tradizioni culturali del nostro Paese. 
Questo è il terreno dove occorre dare risposte a problemi reali della nostra società come nel passato hanno fatto le Settimane Sociali dei Cattolici Italiani, fondate cento e dieci anni fa dal Beato Giuseppe Toniolo. Questo, riprendendo il dettato della Costituzione e della Dottrina Sociale della Chiesa, è uno dei punti più decisivi attorno a cui si può sviluppare una rinnovata rilevanza pubblica dei cattolici in Italia.
 
  • banner 1
    Patronato acli
  • CAF Acli
  • Acli
  • FAP
  • Lega Consumatori
  • Acli Colf
  • CTA
  • Acli Punto Famiglia
  • Acli Terra
  • US Acli
  • Unasp
  • aesseffe
  • Il sito viene aggiornato il 15 e il 30 di ogni mese