Cè un popolo in Italia?

 

L'Italia è rimasta una realtà disunita?

 

Prof. Giovanni Battista Sgritta, sociologo dell'Università La Sapienza di Roma

al recente Incontro di Studi delle ACLI Nazionali

 

La popolazione è un’astrazione. Il popolo è molto di più, è un insieme di persone che si riconoscono in un ideale, in un valore, che si identificano in una storia e in valori comuni. La popolazione è la semplice somma aritmetica di parti distinte, di abitanti presenti o residenti in un determinato territorio; il popolo si compone di cittadini, di individui cui si riconoscono dei diritti civili, politici e sociali. Parlare di popolo comporta una conversione dello sguardo, un diverso livello di approfondimento, un cambiamento di registro; andare oltre le apparenze, al di là della superficie delle cose. Con la popolazione siamo ancora su un piano puramente numerico, con il popolo entriamo in una realtà fatta di legami e di storia, di ideali, di raggruppamenti, di disuguaglianze e di differenze, di diritti e di rappresentanze. Il passaggio dalla popolazione alla nazione, al popolo, passa in primo luogo – almeno su un piano ideale o formale – attraverso il superamento delle diseguaglianze; il fine è creare unità laddove c’era in origine diversità; identità, dove c’era diseguaglianza.

 

Approfondimenti:

- Video "Incontro di studi Acli 2016 - Passione Popolare - Giovanni Battista Sgritta"

  • banner 1
    Patronato acli
  • CAF Acli
  • Acli
  • FAP
  • Lega Consumatori
  • Acli Colf
  • CTA
  • Acli Punto Famiglia
  • Acli Terra
  • US Acli
  • Unasp
  • aesseffe
  • Il sito viene aggiornato il 15 e il 30 di ogni mese