Pericoli ad ogni passo del Viaggio

E' il titolo di un aggiornatissimo "Child alert" dell'Unicef sui minori stranieri non accompagnati arrivati in Italia e in Europa nel 2015 e nei primi mesi del 2016, che ci ricordano tutte le sofferenze e gli orrori che hanno attraversato prima dell'arrivo nel nostro Paese. Un Rapporto ricco di dati, che testimonia un'emergenza umanitaria urgente e complessa, ma non impossibile da testire: nei primi cinque mesi del 2016 sono stati poco più di 7.000 i minori soli, senza alcun adulto di riferimento, arrivati nel nostro Paese. Numeri importanti, ma gestibili. Purché si consideri l'accoglienza di questi minori non come un'emergenza, alla stregua di una "calamità naturale", ma come la normale modalità operativa di un Paese civile, che non può non agire a tutela dei diritti dei più deboli. E forse capiremmo meglio di cosa stiamo parlando se cominciassimo a chiamarli "bambini" o "adolescenti soli", uscendo dallo stereotipo della formula burocratica "Minori Stranieri Non Accompagnati" (a volte addirittura catalogati e spersonalizzati nella sigla MISNA). E anche la "fortezza Europa" nel suo complesso dovrà fare i conti con questa sfida di civiltà.

Leggi il Rapporto completo

  • banner 1
    Patronato acli
  • CAF Acli
  • Acli
  • FAP
  • Lega Consumatori
  • Acli Colf
  • CTA
  • Acli Punto Famiglia
  • Acli Terra
  • US Acli
  • Unasp
  • aesseffe
  • Il sito viene aggiornato il 15 e il 30 di ogni mese