70° ACLI


70° ACLI


Continua la pubblicazione della STORIA DELLE ACLI  dalle origini ai giorni nostri : è la volta del periodo che va dal 1957 al 1980.
 
Ma una cosa va messa da ora IN AGENDA.
Un EVENTO per il 70° di fondazione  delle ACLI genovesi e nazionali che si terrà a Genova il 10 GIUGNO 2015 in via XX Settembre.


Le Acli Nazionali dal 1957 al 1980
 

Il sesto Congresso nazionale Acli (Firenze, 1/4 novembre 1957) ha come tema centrale la: ricerca del massimo di unità tra i lavoratori, e la necessità di un'omogeneità di presenza di aclisti nella Dc per evitare le correnti interne e per poter influire con il maggior peso possibile sulle scelte nazionali operate dal partito al governo. E' la revisione dell'assunto del quarto Congresso (1953) che privilegiava la formazione politica dei dirigenti.

In questi anni si apre la "seconda crisi" delle Acli, che nasce dal tentativo di diventare, all'interno del movimento dei lavoratori, una forza politica mossa dalla lettura cristiana della lotta sociale, alternativa quindi a quella marxista imperniata sul conflitto di classe e fino a quel momento egemone nel teatro delle lotte sociali.

Il settimo Congresso nazionale Acli (Milano, 6/8 dicembre 1959) è segnato dalla discussione sull'incompatibilità tra le cariche acliste e quelle parlamentari.

L'ottavo Congresso nazionale Acli (Bari, 8/10 dicembre 1961) porta alla presidenza Livio Labor. Da tempo attivo nelle Acli, Labor, attraverso la rivista MOC, aveva elaborato un'idea di Acli come "movimento autonomo privilegiante l'azione sociale".

Gli anni che seguono segnano l'involuzione del progetto politico di centro-sinistra, l'inizio dellla trasformazione del comunismo italiano, il rilancio dell'unità sindacale e l'evoluzione ideologica del movimento delle Acli, che al Convegno di Vallombrosa del 1965, avente per tema "Realtà e motivi del comunismo nella società italiana" vedrà Livio Labor affermare che il comunismo fornisce un risposta "errata ad interrogativi che errati non sono e che sono anche nostri", il che equivaleva a riconoscere "le giuste battaglie dei lavoratori".

Le Acli di Livio Labor si avviano verso quel "ruolo vulcanico" che le fa sentire in grado di poter dialogare con tutti i lavoratori e perciò, negli anni seguenti, anche sotto la spinta delle sollecitazioni che arrivano dal Concilio Vaticano II e delle lotte operaie e giovanili del 1968, si inizia a parlare di libertà di voto dei cattolici e di unità sindacale, raccogliendo la diffidenza del mondo politico da una parte e dei sindacati dall'altra.

In quegli anni, un altro tema, oggi più che mai attuale, viene anticipato dalle Acli: sulla lettura della Populorum progressio nasce infatti l'esigenza di una "radicale revisione" dei rapporti tra società sviluppate e paesi in via di sviluppo.

Gli indirizzi dati dal Congresso di Torino accrescono, all'interno delle Acli, la sensibilità anticapitalista e classista, che porta ad una particolare attenzione per la metodologia marxista di interpretazione della realtà sociale.

 

Ne consegue una certa perplessità in campo cattolico e democristiano che culmina in un intervento della Cei (2 marzo 1970, lettera del presidente della Cei, cardinale Carlo Poma) che chiede al presidente Gabaglio chiarimenti circa indirizzi che sembrano essere inconciliabili con la visione cristiana della politica e della società.

E' una scelta in senso socialista che viene ritenuta compatibile con la coscienza cristiana ed atta a realizzare la liberazione integrale dell'uomo. Da questo indirizzo la Gerarchia ecclesiastica prende le distanze, severo è Paolo VI, pur da sempre vicino alle Acli, che il 19 giugno 1971 sottolinea come gli orientamenti delle Acli le abbiano condotte fuori "dall'ambito delle associazioni per le quali la Gerarchia accorda il suo assenso".

Negli anni successivi, che vedono il nascere dell'intesa DC - PSI, le Acli rafforzano la propria identità, che le pone fuori delle logiche di partito e le propone come polo di riferimento  di orientamento morale, culturale e sociale.

La centralità della società civile è vista come l'elemento essenziale di rigenerazione della politica.

Approfondisci

Allegati:

Locandina 70°

  • banner 1
    Patronato acli
  • CAF Acli
  • Acli
  • FAP
  • Lega Consumatori
  • Acli Colf
  • CTA
  • Acli Punto Famiglia
  • Acli Terra
  • US Acli
  • Unasp
  • aesseffe
  • Il sito viene aggiornato il 15 e il 30 di ogni mese